Il cane - 6zampeinsieme

6 zampe insieme
Title
Vai ai contenuti

Il cane

Il cane
Età del cane
La riga "età del cane" indica gli anni "solari" del cane. - Controllare il peso del cane da adulto - La colonna laterale corrispondente di dice la corrispondenza con l'età umana
Età del cane1234567891011121314151617181920
Peso in Kg. (da adulto)
0-9
kg
1523283236404448525460646872768084889296
10-13
kg
152429343842475156606569747883879296101105
14-41
kg
14222934404550556168727782889399104109115120
>42kg122028354249566471788693101108115




Prossemica
E' tutta questione di prossemica, ovvero di distanze.
Spesso prendiamo i nostri compagni di vita, li strapazziamo di coccole, li abbracciamo, li baciamo e ci infastidiamo se scappano subito o non vogliono stare vicino a noi come noi vorremmo.
Come per gli essere umani, anche i cani hanno le loro caratteristiche che sono influenzate da tanti elementi: primo fra tutti il loro trascorso, le esperienze che vivono, le capacità che sviluppano, ecc.
Ogni cane ha una zona intorno a sé che può essere delimitata, come nella figura, da cerchi che si allargano sempre più.
La zona riportata in rosso è quella intima e normalmente può essere invasa solo da pochi eletti o da nessuno.
Appena più ampia è la zona personale delimitata in giallo, che fa ancora parte di uno spazio troppo ristretto e vicino alla sfera "personale" per cui non sempre il cane concede a tutti di superarla dando i suoi avvertimenti: abbai, retrocessione, ringhio.
Più ampia è la zona sociale, quella colorata in verde, che può essere invasa dai soggetti con i quali il cane intende relazionarsi.
Infine vi è la zona pubblica, quella azzurra, ovvero la zona in cui tutti possono stare perchè il cane si sente sicuro.
E' importante rispettare quelle che sono le caratteristiche di ogni singolo individuo e soprattutto considerare che le dimensioni di ogni singola area variano da cane a cane.
Il nostro amico però è in grado di farci capire le proprie esigenze con il suo comportamento.
Alimentazione
: somministrabile senza problemi
Moderatamente: somministrabile ma limitatamente a uno o due volte alla settimana
Evitare: meglio non somministrare
Vietatissimi: da evitare assolutamente
MODERATAMENTE
Fegato, patate, pomodori, melanzane, peperoni, aglio, cipolle, cavoli, caffé, noce moscata, banana
SI
Papaya, mela, fragola, anguria
VIETATISSIMI
Alcol, avocado, cioccolato, cacao, foglie di rabarbaro, luppolo, frutta secca, uva e uva sultanina, agrumi
EVITARE
Ossa cotte, insaccati, sale, zucchero, caramelle e dolcoiumi, mango
Collare o pettorina?
Camminare col tuo amico a quattro zampe è una delle cose migliori che tu possa fare per il suo benessere fisico ed emotivo. E può anche rafforzare il vostro legame. Ma, se si utilizza il tipo sbagliato di collare, si potrebbe danneggiare il cane sia fisicamente che emotivamente senza nemmeno saperlo.
Valuta i seguenti collari, per fare in modo che il tuo cane non venga danneggiato.
Quando si parla di sicurezza e comfort, una  pettorina/imbracatura è sempre il modo migliore per passeggiare col cane. Non solo allevia qualsiasi pressione sul collo, ma rende anche più facile tirare fuori i cani se si trovano nei guai.
Ci sono molti tipi di  imbracature/pettorine tra cui scegliere.
Una  pettorina ad H è sempre la giusta soluzione.
Esiste poi il collare a fibbia semplice: utilizzare un collare per attaccarci una targhetta con i dati del cane è una grande idea. Trascinare il tuo amico peloso per il collo invece è una cattiva idea. Il guinzaglio intorno al collo, anche un semplice collare a fibbia, può essere doloroso per i cani che tirano o strattonano, soprattutto se fanno degli scatti al guinzaglio. Può fare pressione sulla trachea, il midollo spinale, i dischi vertebrali, l’esofago ecc., e deve essere evitato.
     
Le malattie più comuni

Filaria
Si tratta di vermi molto lunghi (anche fino a 30 cm) e sottili che possono infestare cani, canidi selvatici, gatti e furetti.
La zanzara, mordendo l’animale, passa le larve al cane nel quale vive fino a 5 anni producendo microfilarie. In alcuni casi il parassita può vivere più a lungo senza più produrre microfilarie, si parla in questo caso di filariasi occulta.
La presenza di pochi parassiti adulti può non produrre sintomi mentre nel caso di numerose macrofilarie i danni alle arterie polmonari sono gravi ed evidenti. Possono causare ipertensione polmonare, insufficienza cardiaca destra, lipotimie, ascite, infiammazioni polmonari e danni renali.
Tra i sintomi più comuni: tosse, affaticabilità, ascite e edemi degli arti nella fase terminale della malattia
Diagnosi
La diagnosi si effettua sulla base dei sintomi e con l’ausilio di esami di laboratorio
Trattamento e Prevenzione
Il trattamento della filariasi può avvenire per via “medica” attraverso la somministrazione di farmaci capaci di uccidere i parassiti adulti o per via chirurgica. I trattamenti per l’eliminazione delle filarie adulte sono complessi e non privi di rischi, lo strumento migliore per garantire il benessere dei nostri cani è la prevenzione. Sono disponibili in commercio prodotti a somministrazione mensile per la prevenzione della filaria.
La somministrazione va effettuata a partire dai primi caldi, i periodi di inizio e fine somministrazione variano da zona a zona: in Italia settentrionale le pastiglie si somministrano da Aprile a Novembre. Il farmaco ha effetto “retroattivo”, agisce cioè su eventuali infestazioni avvenute nel mese precedenti.

Giardia
E' un genere di parassita molto piccolo presente nel tratto gastrointestinale della maggior parte dei mammiferi domestici e selvatici, incluso l’essere umano. La giardia può infettare anche i volatili domestici e selvatici.
L’infezione da giardia è comune, ma non si può dire altrettanto per la malattia. E' più facile che si manifesti nei cani con sistema immunitario compromesso.
Si manifesta con perdita di appetito, diarrea, perdita di peso, stanchezza, debolezza, feci sanguinolente o pallide, grasse e fortemente maleodoranti e persino il decesso.
E’ facile da diagnosticare: basta l'esame delle feci.
Trattamento
La giardia è curabile, di solito su base ambulatoriale. Purtroppo, l’efficacia del trattamento viene valutata in base alla presenza o all’assenza di cisti nelle feci dei cani affetti, il che non esclude necessariamente la presenza del parassita all’interno del cane. La prima infezione non fornisce alcuna immunità o protezione contro eventuali infezioni successive.
Prevenzione
Le zone dove il cane o gli altri animali domestici defecano devono essere disinfettate regolarmente e in modo accurato. Le cisti della Giardia possono essere inattivate per mezzo di vapore, acqua bollente e della maggior parte delle soluzioni disinfettanti a base di ammoniaca.

Disturbo
Sintomi
Cause
Rimedi
Disturbo Gastrointestinale
  • dissenteria
  • gonfiore addominale
  • vomito
  • ingestione di corpi estranei
  • avvelenamento
  • infezioni con agenti patogeni
  • gastrite
niente cibo solo acqua

in caso di avvelenamento nemmeno acqua

consultare subito un veterinario
Infestazioni da parassiti
(zecche, acari e pulci)
  • prurito
  • perdita di pelo
  • infiammazione della cute (acari o pulci)
  • contagio da altri animali
  • infestazione ambientale
rimuovere le zecche (togliendo anche la testa e bruciare la zecca)

applicazione di antiparassitari
Disturbo cardiocircolatorio
  • perdita di coscienza
  • lingua blu
  • perdita di forza
  • respirazione irregolare
  • tosse
  • cardiopatia congenita
  • infestazione da batteri, virus
  • disturbo metabolico
rivolgersi al veterinario

evitare il sovrappeso
Malattie oculari (più frequente congiuntivite)
  • arrossamento
  • lacrimazione
  • gonfiore
  • correnti d'aria
  • polvere
  • corpi estranei
  • infezioni
pulire l'occhio

applicare antinfiammatorio
Infezioni delle orecchie
  • scuote la testa
  • prurito orecchio
  • problemi di equilibrio
  • odore ofrte
  • rossore o gonfiore sull'orecchio
  • acari
  • batteri
  • infezioni funginee
  • allergie
buona alimentazione (cibo di qualità)
16/06/2024
Sito realizzato da: Cristiana
Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti